gennaio, 2022

Evento ripetuto su più giorni

28gen21:00PosticipatoOrgiaStudio: Episodio I, II, V21:00 Teatro Antella Prezzo: Intero € 14 - Riduzione € 12

Dettagli Evento

ORGIA di P.P.Pasolini
Studio: Episodio I, II, V
Con Fulvio Cauteruccio, Rosanna Gentili, Flavia Pezzo
Regia di Riccardo Massai

Pasolini da scandalo ancora oggi a cento anni dalla sua nascita.
Composta nel 1965, Orgia è la prima opera teatrale di Pasolini, già poeta maturo, narratore sperimentato e sperimentale, cineasta rivoluzionario; Orgia, prima ancora di essere teatro, è poesia. Testo denso e potente che impone al pubblico, come al protagonista, quella catarsi generata da una presa di posizione. Dramma sul potere, dove la coscienza dell’appartenenza implica la distruzione di sé stessi come unica forma di rivolta, unica via di fuga: apoteosi della diversità.
L’Orgia di parole a cui assistiamo è un cammino di redenzione, cammino verso la diversità, parallelo allo stesso cammino affrontato nella costruzione del lavoro dagli attori, lavoro di spoliazione non solo fisica in nudità di ciascuno dei tre personaggi ma interiore.
Nella liturgia pasoliniana di Orgia, il giorno di Pasqua, sul letto/altare si celebra la ‘sfrenata frenesia sessuale’, “rappresentazione dell’impossibile coesistenza fra le due figure di Uomo e Donna, dell’incubo sadomasochistico che ossessiona e infine uccide il Diverso” (G. Santato, PPP). Uomo e Donna fanno parte dello stesso essere (Pasolini, come ciascuno di noi) e la strada tracciata per la diversità si realizza percorribile solo con l’annientamento della strada stessa. In Orgia spiccano infatti i riferimenti autobiografici e i rimandi (ammonitori, profetici) al destino del suo autore (un modo di vivere l’eros come continuo corteggiamento della morte, con gli evidenti risvolti sadomasochistici). A Pasolini, però, preme soprattutto riscrivere criticamente i paradigmi della propria visione poetica, la sua paura “senza speranza” nei riguardi di un mondo assente del proprio futuro.
Le proiezioni che si svolgono nella mente dei protagonisti non sono che (oltre a un riferimento alla filmografia del grande cineasta) paesaggi poetici che sottolineano evocando, oltre che la memoria, significati eccessivi e profondità altre della parola/poesia.

Quando

(Venerdì) 21:00

Location

Teatro Antella

Via Montisoni, 10 Bagno a Ripoli

Prezzo

Intero € 14 – Riduzione € 12

Acquista Biglietto

Acquista Biglietto

X