De Rerum Natura – Libro III

I Capolavori Tito Lucrezio Caro, De rerum natura Seconda diade: l’uomo Libro III: la psiche

con Riccardo Massai

Dopo aver evidenziato la differenza fra animo razionale (la mente) e anima irrazionale (principio vitale), Lucrezio afferma che l’intreccio dell’anima con il corpo origina la vita.
La disgregazione del corpo implica la decomposizione dell’anima, rendendo inutile la paura della morte e dell’oltretomba. Concetti fortemente attuali che potrebbero essere stati pronunciati da importanti fisici come Margherita Hack; lo stesso Maxwell dichiarò in una lettera del 1866: «Le parole di Lucrezio sono una così buona illustrazione della teoria moderna, che sarebbe un peccato che significassero qualcosa di diverso».

Potrebbe interessarti

L’altra luce

L’altra luce

L'altra luce - Mostra di Sergio Biliotti Sergio Biliotti trae ispirazione da ciò che le cose comunicano e non dalla loro immagine fisica. Nelle sue opere non...

LETTERA A FRATE RAIMONDO DA CAPUA

LETTERA A FRATE RAIMONDO DA CAPUA

Archètipo per “ SMS LIVE” presenta presso l'Oratorio di S. Caterina della Notte LETTERA A FRATE RAIMONDO DA CAPUA da Epistolario,V di S. Caterina da Siena...

Toscana Poetica

Toscana Poetica

Toscana Poetica - Mostra di Andrea Rontini Andrea Rontini nasce e vive ad Antella (Bagno a Ripoli) vicino a Firenze. Inizia il suo percorso professionale...

X