Paesi al di là dal Mare

SCUOLA PRIMARIA (Classe V) e SCUOLA MEDIA
drammaturgia e regia di Patrizia Mazzoni e Miriam Bardini
in scena Miriam Bardini e Patrizia Mazzoni
Durata 50 min.

Lo spettacolo alterna la narrazione di diari di viaggio di migranti con l’evocazione del viaggio simbolico dell’immaginario fiabesco. Sullo sfondo delle narrazioni, affiorano i motivi fondanti della Dichiarazione dei Diritti Umani: diritto al rispetto delle tradizioni e dei valori culturali di ognuno, diritto di abbandonare il proprio paese e di ritornarvi, diritto a non essere discriminati, diritto a non essere sfruttati, diritto di libertà di pensiero, di coscienza e di religione, diritto all’integrazione sociale, diritto alla sicurezza sociale.

LO SPETTACOLO
Una notte fui costretta a scappare dal mio paese…Riuscii a portare con me un’unica cosa………..
Questa è la storia di un viaggio per mare, un viaggio di sola andata, un viaggio sulle rotte del sogno e della speranza, attraverso incertezze e paure.
Cosa porta nella sua valigia la mamma che stringe fra le braccia la sua bambina che piange? Parole, parole che scaldano il cuore. Parole per raccontare storie, parole di una lingua sconosciuta, ma belle da ascoltare. Questa è la storia di un uomo che guarda il mare e pensa a colui che arriverà da là, come lo accoglierà? Prova e mettersi nei suoi panni, e, si chiede: come vorrei essere accolto? Storie per cercare fortuna e felicità, e trovare saggezza e libertà. Storie di magici incontri, storie di case e paesi, storie di mari in tempesta e di terre promesse. Cosa troveranno al loro arrivo, le famiglie. e i ragazzi partiti da soli? Quale accoglienza ?
Avranno diritto a una casa e a un futuro?
Come avverrà l’incontro con la comunità in cui si stabiliranno?
La comunità si dimostrerà tale, da aprirsi alla condivisione con i nuovi arrivati?

PROPOSTA DIDATTICA
Articolazione
-Scheda per la preparazione alla visione+invito
-Proposta teatrale
-Scheda di orientamento allo sviluppo dell’esperienza
Metodologia di proposta
A ogni classe viene inviato un messaggio: un invito con una precisa richiesta: « quale oggetto o quale parola porteresti con te, se dovesse partire per andare a vivere in un altro paese?».
Il giorno dello spettacolo, ogni gruppo- classe dovrà presentarsi con un bagaglio (una scatola o una valigia), dove ogni ragazzo avrà messo una parola o un oggetto da cui non vorrebbe mai separarsi. I bagagli diventeranno parte integrante dello spettacolo.

Potrebbe interessarti

L’altra luce

L’altra luce

L'altra luce - Mostra di Sergio Biliotti Sergio Biliotti trae ispirazione da ciò che le cose comunicano e non dalla loro immagine fisica. Nelle sue opere non...

LETTERA A FRATE RAIMONDO DA CAPUA

LETTERA A FRATE RAIMONDO DA CAPUA

Archètipo per “ SMS LIVE” presenta presso l'Oratorio di S. Caterina della Notte LETTERA A FRATE RAIMONDO DA CAPUA da Epistolario,V di S. Caterina da Siena...

Toscana Poetica

Toscana Poetica

Toscana Poetica - Mostra di Andrea Rontini Andrea Rontini nasce e vive ad Antella (Bagno a Ripoli) vicino a Firenze. Inizia il suo percorso professionale...

X