Il Medioevo Di Fabrizio De Andrè

Sabato 16 Ottobre 2010

Fra la fine degli anni ’60 e gli anni ’80 Fabrizio De André (come tanti altri artisti: si pensi a Dario Fo per il teatro, a Pasolini o Monicelli per il cinema, a Sanguineti e Giudici per la poesia) hanno usato il Medioevo come sfondo per le proprie invenzioni……

Grosso modo nello stesso periodo si cominciava a riproporre anche a un pubblico ampio la musica medievale nelle sale da concerto e nelle registrazioni discografiche. Cecco Angiolieri e François Villon, la tradizione orale del teatro di improvvisazione, Boccaccio, Chaucer, la tradizione letteraria relativa alle crociate, la musica di autori come Perotinus o Guillaume de Machaut hanno dato ispirazione a creazioni e soprattutto a rappresentazioni che in molti casi avevano poco di autenticamente antico: spesso si assisteva all’elaborazione di un’idea ancora mal definita di un mondo che continuava ad essere considerato oscuro.

Studiando il fascino che il mondo medievale ha esercitato (e continua ad esercitare) sugli artisti contemporanei si possono anche capire molti aspetti del modo in cui la nostra cultura vede e interpreta questa epoca, del nostro passato. Il Medioevo, fra l’altro, si offre sia come pretesto gaio e ricco per immaginare una realtà “carnevalesca”, in cui hanno un ruolo di preminenza i piaceri e il corpo, sia come sfondo per una riflessione beffarda e piena di ironia sulla violenza del potere e della falsa religione. L’incontro si propone di mettere a confronto studiosi di letteratura, di storia, di musica medievale con protagonisti della musica e del teatro che abbiano tratto ispirazione da temi o atmosfere medievali.

Giornata di studi
Coordinamento scientifico
Gianni Guastella, Paolo Pirillo

Ore 9.00
Saluti delle autorità e apertura dei lavori

Ore 9.30
Il Medioevo nell’Italia del secondo Novecento
GIANNI GUASTELLA, PAOLO PIRILLO, Medioevo e medievalismi nell’Italia del
secondo Novecento
STEFANO CARRAI, Temi e forme medievali nei testi delle canzoni di De André
FRANCESCO STELLA, Le prime canzoni non liturgiche del Medioevo latino
SANDRA PIETRINI, I giullari: buffoni di corte o liberi cantastorie?
DORI GHEZZI, Faber e il suo medioevo: un ricordo

Ore 15.30
Il Medioevo nella musica di De André
PATRIZIA CARAFFI, François Villon e Fabrizio De André
GUIDO FURCI, Presenza e funzioni del medioevo nella storia del cinema francese
STEFANO LA VIA, “Nell’acqua di chiara fontana”
FEDERICA IVALDI, Il Medioevo secondo De André
IGOR SANTOS SALAZAR, Considerazioni conclusive

Ore 21.15 Concerto Da Scaramella a Carlo Martello
La musica medievale e la musica di Fabrizio De André
L’HOMME ARME’ direzione di Fabio Lombardo
CARLO PESTELLI canta De André (voce e chitarra)

Potrebbe interessarti

Firenze Insolita 4

Firenze Insolita 4

FIRENZE INSOLITA 4 IL NEO-GOTICO E GLI STRANIERI A FIRENZE Uno sguardo diverso sulla città dalle colline fiorentine Da una zona limitrofa al Comune di...

Firenze Insolita 3

Firenze Insolita 3

TUTTO ESAURITO Dal Cimitero degli Inglesi alle dimore di poeti e scrittori che hanno vissuto i quartieri della periferia fiorentina Otto-Novecentesca, sorta...

X